Seleziona una pagina
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Verso un’accettazione radicale

settembre 22 ore 17:00 - settembre 24 ore 16:00

200€

Verso un’accettazione radicale. Seconda edizione

Ritiro di bioenergetica e mindfulness

22 Settembre – 24 Settembre,

Giaiette, Genova

Forse la più grande tragedia della nostra vita è che la libertà è possibile, anche se passiamo anni intrappolati nei soliti vecchi schemi. Catturati da una sorta di trance fatta di una sensazione di inadeguatezza, cresciamo intrappolati dalla abitudine a giudicare noi stessi. Un’abitudine che genera ansia, irrequietezza e insoddisfazione. Tara Brach

Sappiamo bene come l’accettazione sia un balsamo. Come ci aiuti a sciogliere paura e rabbia, tensione e contrazione.

Conosciamo anche come sia difficile il percorso verso un’accettazione radicale. A volte opponiamo ragioni razionali. Ci sembra che accettare parli di rassegnazione o impedisca il cambiamento; il tanto – desiderato e temuto – cambiamento. La verità è che accettare significa semplicemente fare i conti con la realtà di noi stessi e della nostra vita.

Meditazione non vuol dire estraniarsi dal mondo. Significa vedere le cose chiaramente e assumere deliberatamente posizioni diverse rispetto a esse. Jon Kabat Zinn

Significa vedere successi e fallimenti e sentire l’odore e il sapore della nostra anima. E questo incontro con noi stessi ha una tale forza che quando riusciamo a muoverci verso un’accettazione radicale di noi stessi e della nostra vita tutto rinasce e riprende a pulsare di vitalità. Perché la parola che declina l’accettazione è amore. E, per crescere, è proprio di questo ingrediente che abbiamo assoluta necessità.

Riconoscere con chiarezza quello che accade dentro di noi ed esplorarlo con un cuore aperto, gentile ed amorevole è ciò che io chiamo Accettazione Radicale. Tara Brach

Un ingrediente non condizionato da approvazione o disapprovazione. Un ingrediente che parla della forza della nostra mente originaria. E ha il suono e il ritmo del nostro respiro.

Così ogni tensione o contrazione corporea può essere letta come un segno della nostra non accettazione. Sciogliere il corpo ci permette di sciogliere la mente e di tornare. Tornare a casa, alla nostra casa originaria. Perché la felicità non è andare ma tornare.

La tensione muscolare cronica è l’espressione fisica del senso di colpa perchè rappresenta l’ingiunzione dell’ego contro certi sentimenti e certe azioni. Alexander Lowen

Durante il ritiro alterneremo il lavoro corporeo bioenergetico con la pratica di mindfulness e la pratica di mindfulness interpersonale. Il lavoro sui blocchi e le tensioni corporee avrà lo scopo di sciogliere il corpo per aprire la strada verso l’accettazione. La pratica di mindfulness darà profondità alla nostra accettazione e consapevolezza alle nostre difficoltà ad aprirci ad una accettazione non condizionata.

Informazioni e iscrizioni

Avere già una pratica di mindfulness o di bioenergetica permetterà una diversa profondità dell’esperienza ma non è una condizione necessaria. Essere principianti è una fortuna che dovremmo nutrire tutti, tutti i giorni.
2013-06-16 16.34.06

La struttura di Giaiette – che ospita tradizionalmente i nostri ritiri – è un luogo semplice, dalla bellezza accogliente ed essenziale. L’ospitalità verrà co-gestita, insieme ad una cuoca che ci aiuterà per i pasti. Questo permetterà di contenere le spese di vitto e alloggio – che per i 2 giorni saranno di circa €60 – e di trasformare molti momenti di vita quotidiana in momenti di pratica informale.

Ogni ritiro è un momento in cui coltivare l’essenziale: per questa ragione vi invito a non considerare questa ospitalità un albergo ma piuttosto una casa dove condividere in profondità una esperienza. E dove partecipare ai semplici compiti della vita quotidiana, come avviene tradizionalmente in ogni ritiro.

La struttura non consente camere singole. Ogni stanza ha un numero variabile di letti. E’ possibile partecipare con il proprio partner dormendo in stanze separate. Ci saranno stanze per uomini e stanze per donne.

Come arrivare

Il ritiro inizia alle 17.00 di venerdì 22 Settembre e termina alle 16.00 di domenica 24 Settembre.

Per chi arriva con i mezzi pubblici ci sarà un passaggio alle 15,30 del venerdì davanti alla stazione ferroviaria di Chiavari.

Stessa organizzazione verrà fatta anche per il ritorno. È possibile arrivare direttamente a Giaiette solo con mezzi propri. Nel caso tu decida di venire autonomamente la casa sarà aperta dalle 15.30 e ci sarà una persona ad attenderti.Tel.: 0185 342022. (da usare solo nei giorni del ritiro)

Vuoi conoscere meglio cos’è un ritiro di bioenergetica e mindfulness? Clicca qui

Per informazioni e iscrizioni compila il form sottostante.

E’ un primo contatto che permette di accogliere l’iscrizione. Dopo l’approvazione dell’iscrizione è necessario l’invio di una caparra confirmatoria di €100, senza la quale l’iscrizione non è da ritenersi valida. La caparra, in caso di annullamento dell’iscrizione, verrà interamente restituita per disdette entro il 15 settembre. Successivamente verrà fatturata e varrà come anticipo per future attività.

Il costo del ritiro è di €200 con fattura sanitaria detraibile. Le spese di residenzialità – di circa €60 – sono in cassa comune e quindi non fatturabili.

Organizzatore

Nicoletta Cinotti
Telefono:
3482294869
Email:
nicoletta.cinotti@gmail.com
Sito web:
www.nicolettacinotti.net

Luogo

Giaiette, Borzonasca
Santuario del Sacro Cuore
Giaiette, Italia
+ Google Maps
Telefono:
3482294869
Sito web:
www.nicolettacinotti.net