Seleziona una pagina

silenzio ascoltoSpesso diciamo che se non c’è dialogo non c’è relazione.E molto spesso vedo coppie che arrivano da me perché hanno un problema di comunicazione.

A volte però dimentichiamo un piccolo passaggio: dialogo non significa solo parlare ma anche ascoltare. Non significa solo parole ma anche silenzio. E non il silenzio strategico – quello fatto per punire, prendere potere o divagare – ma quello dell’ascolto.

Evitiamo il silenzio dell’ascolto perché è lì che avvengono gli imprevisti. E’ in quello spazio che perdiamo le nostre strategie. In quello spazio non siamo noi a guidare ma lasciamo che l’altro ci porti. E’ in quello spazio che può emergere il disagio o che può emergere qualcosa di sorprendente. E’ nello spazio del silenzio che comprendiamo quale ritmo ha la nostra relazione e quale ritmo ha la nostra vita.

Ecco perché prendere qualche minuto di silenzio al giorno, per stare in compagnia di se stessi è così importante: come possiamo ascoltare gli altri se non tolleriamo di ascoltare noi stessi?

Pratica del giorno: La consapevolezza del respiro                                                                                                   Quando sei nel tuo cuore, 

ti trovi nel silenzio da cui proviene ogni suono. 

Come una barca sul mare, 

                                       senti il mormorio delle onde sotto di te. Paul Ferrini

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness e bioenergetica      

 

Condividere questo articolo?