In questo periodo sono sempre in famiglia: un’esperienza abbastanza insolita per me che non sono stata una figlia particolarmente prossima. Ero quella che tornava: tornavo da qualche viaggio, tornavo a trovare. Tornavo e ripartivo. Arrivavo con un bagaglio piccolo e poi non sempre lo smontavo. Adesso sto facendo una full immersion familiare che mi permette di capire diverse cose.

La prima – la più importante – è che far parte di un banco di sardine sconosciute o semi sconosciute è molto più facile che far parte di un banco di sardine familiari. Le dinamiche sono diversissime e molto più faticose. Intanto bisogna capire chi dirige il movimento, rispettare le gerarchie, proteggere lo spazio.

Perché ho capito una cosa: tra sconosciuti è molto più facile rispettare lo spazio e le distanze. Man mano che aumenta l’intimità storica il concetto di distanza relazionale si modifica e diventa qualcosa di profondamente diverso. I divieti d’accesso non sono più gli stessi e non vengono rispettati. Il bisogno di solitudine può venir percepito come un rifiuto e il codice di parole e silenzio cambia. Insomma le migrazioni familiari sono più complicate. Allora, visto che sto preparando il ritiro sul Reparenting, prendo continuamente appunti perchè la nostra famiglia interiore e quella esterna si assomigliano e sono le dinamiche della nostra famiglia esterna che ci hanno insegnato ad amare o a non  amare le nostre diverse identità. I nostri personaggi in cerca d’autore cercano in realtà un regista che sappia disegnare una trama diversa. Invece rischiamo di ripetere la stessa trama solo cambiando il luogo: lo facciamo dentro di noi anziché fuori di noi ma il risultato non cambia!

Per cambiare trama non dobbiamo cambiare i personaggi ma la dinamica che mettiamo in scena. Preparatevi per le prossime lezioni di regia!

Pratica del giorno: Un buon modo per incominciare è prendere un quaderno: da una parte scrivi quello che dice il tuo genitore interiore. Dall’altra parte quello che dice il tuo bambino interiore. Non iniziare il dialogo fino a che non arrivi a metà quaderno. Allora ci saranno nuove istruzioni…

© Nicoletta Cinotti 2020 Reparenting ourselves

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!