Nicoletta Cinotti

Biografia di Nicoletta Cinotti

Nicoletta Cinotti con Alexander Lowen

Ho conosciuto l’analisi bioenergetica nel 1979 a Firenze partecipando ad un seminario condotto da Jules Grossman.
Dopo aver lavorato per qualche tempo con Grossman in seminari di gruppo, conobbi sua moglie Teddi Grossman. Ho organizzato seminari di bioenergetica per Teddi Grossman dall’83 fino al 1989 e ho partecipato alla sua formazione quadriennale.
Inizialmente Grossman era stato invitato a tenere seminari di bioenergetica in Italia organizzando un percorso formativo di un anno. Diverse delle persone partecipanti a questa formazione e, successivamente ai loro seminari avevano fatto o avrebbero fatto la formazione in analisi bioenergetica della S.I.A.B. Tra queste ci sono anch’io. Oggi sono CBT, che tradotto significa analista bioenergetica certificata sia a livello nazionale che internazionale (I.I.B.A.) supervisore  e Local trainer della Siab.
Nel frattempo dalla Toscana mi sono trasferita a vivere in Liguria.
Prima di trasferirmi in Liguria avevo fatto una formazione quadriennale in Body Psychotherapy con George Downing, che unisce all’approccio bioenergetico la teoria delle relazioni oggettuali.
Parallelamente a questa formazione il mio interesse teorico, pur rimanendo nell’area della bioenergetica, si dirigeva anche verso il pensiero psicoanalitico. Ho conosciuto Roberto Speziale Bagliacca nel 1989 e le nostre lunghe conversazioni sugli aspetti clinici hanno sicuramente arricchito il mio bagaglio professionale e personale. Gli sono grata dell’opportunità che mi ha dato di consultare la sua ricca biblioteca sia mentale che reale. Nel 1991 ho condotto delle lezioni integrative sul tema mente – corpo al suo seminario per la cattedra di psichiatria della facoltà di Medicina, dell’Università di Genova.
Alla formazione bioenergetica ho aggiunto un anno di formazione in ipnosi e due anni di formazione in Gestalt con Ischa Bloomberg.
Al lavoro clinico si è affiancato anche il lavoro di psicologia di comunità e l’attività di ricerca nel sociale. Collaboro per la formazione di obiettori di coscienza al servizio militare, volontari, operatori socio-sanitari, educatori professionali e psicoterapeuti e conduco supervisioni di gruppo per diverse realtà che operano nel privato sociale.
A queste attività si accompagna sempre l’attività di ricerca. Mi sono occupata del burn out in ambito sanitario, dei bisogni di salute, della formazione tanatologica, delle problematiche alcologiche – per quanto riguarda il sociale – dello sviluppo linguistico, di neuroscienze e dei processi di autoregolazione e regolazione interattiva per quello che riguarda l’attività clinica. Attualmente sono la responsabile, per la Siab, del progetto di ricerca internazionale ipeppt sull’efficacia della psicoterapia e sull’efficacia della formazione in psicoterapia.
L’interesse per la regolazione delle emozioni mi ha portato ad approfondire il tema dell’uso clinico della Mindfulness. Attualmente ho fatto la formazione con Zindel Segal e Susan Woods, per diventare istruttore MBCT, cioè istruttore di programmi basati sulla mindfulness per prevenire le ricadute depressive. In Italia sono diventata istruttore di programmi MBSR con il Centro Studi Mindfulness a Roma e attualmente ho completato l’Oasis Foundational Training Program per istruttori MBSR con il CFM-Center for Mindfulness fondato da Jon Kabat Zinn presso la Medical School dell’University of Massachusetts.

Sto partecipando al programma Stepping Stone Sangha per approfondire l’Insight Dialogue e sono istruttore di Mindfulness interpersonale, un protocollo che unisce l’Insight Dialogue con la struttura dei protocolli mindfulness. Ho partecipato al corso tenuto da Daniel Siegel su Mindsight e quello condotto da Tara Brach su Meditazione e Psicoterapia.
Lavoro e ricerca, clinica individuale ed interventi di comunità si intrecciano in un laboratorio di idee condivise con diversi compagni di viaggio. Questo intreccio è il vero motore della mia vita. Fare formazione, coordinare gruppi di professionalità diverse attorno ad un progetto comune, lavorare su ciò che emerge, raccogliere e interpretare dati, individuali o collettivi, è essenziale perché la professionalità sia una parte viva e integrata nel fluire della vita. Una ricerca che nasce dall’esperienza in prima persona e che diventa poi un percorso condiviso.

Pubblicazioni

I LIBRI…

L’ultimo arrivato è sempre molto amato! Ti presento un libro che mi ha cambiato la vita e, forse, farà lo stesso con te  Destinazione Mindfulness: 56 giorni per la felicità“.

  • Cavagnaro P., Cinotti N., Sambuceti P.,Dalla centralità dell’ospedale alla centralità della persona,Franco Angeli Ed, Milano 2005. Vuoi saperne di più? www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_Libro.asp?CodiceLibro=1370.
  • Cinotti N., Wendelstadt S., “Crescere con il contatto” , Introduzione a Klein M., Massaggi che parlano al cuore, Casale Monferrato: Sonda, 2009. Vuoi saperne di più? www.sonda.it/Default.aspx?sezid=71&idlibro=451 –

GLI ARTICOLI…

  • Cinotti N.”Rottura e riparazione nella regolazione degli affetti”in Moselli P. (a cura di)”Il nostro mare affettivo”. Alpes editore; 2011.
  • Cinotti N.”Imparare la salute: percorsi di prevenzione nella consulenza a mediazione corporea in Moselli P.”Il counseling a mediazione corporea e i suoi contesti, Angeli Ed. 2011
  • Cinotti N., Costruire significati condivisi a partire dall’esperienza corporea: la prospettiva dell’analisi bioenergetica, Grounding. La rivista della Società italiana di Analisi bioenergetica.
  • Cinotti N., Zaccagnini C., Analisi bioenergetica in dialogo, Milano:Angeli, 2009.
  • Cinotti N.,Recensione”Il guaritore ferito”, Psicoterapia e Scienze Umane, XLIII, 1, 2009, 113-116, Franco Angeli Ed.
  • Cinotti N., Una riflessione sul pensiero di Alexander Lowen,Idee in psicoterapia,2, 1,2009, 105-113.
  • Cinotti N.(2009), A memory of Alexander Lowen and a reflection on Bioenergetic AnalysisEuropean Journal of Body Psychotherapy,.
  • Cinotti N.(2008), Eva Reich e il logaritmo, Grounding,2-2008,69-73.
  • Cinotti N, Riflessioni in analisi bioenergetica,Idee in Psicoterapia,Vol°4/2008.
  • Cinotti N.,“L’esperienza in prima persona”(pdf) relazione tenuta per la presentazione del libro di A.N.Schore, con il patrocinio della Facoltà di Psicologia II, Roma , La Sapienza, Aprile 2008.
  • Cinotti N., Recensione-saggio, La regolazione degli affetti e la riparazione del sè, Psicoterapia e Scienze Umane, XLII, 4/2008, pag 541 – 546, Franco Angeli Ed.
  • Cinotti N., Il corpo e il tempo millimetrato, Grounding,2, 2007, 43-52.
  • Cinotti N.,Bioenergetic Analysis:a Simple and Complex Path,The European Journal of Bioenergetic Analysis and Psychotherapy, 4/2008,pag. 54-84.
  • Cinotti N.,L’esperienza in prima persona. Processi di autoregolazione e regolazione interattiva, Idee in Psicoterapia, I,3/2008, pag. 117 –132.
  • Cinotti N., Recensione, “Bioenergetica dolce”,Grounding,1, 2008, 135-136.
  • Cinotti N., La regolazione degli affetti e la riparazione del sè di Allan Schore, Grounding 2/2007,pag. 23 42.
  • Cinotti N., La memoria corporea: analisi bioenergetica e neuroscienza in dialogo, Grounding, 2-2006, 49-73.

Vuoi saperne di più sulla rivista GROUNDING La rivista italiana di analisi bioenergetica? www.francoangeli.it/riviste.

  • Argentieri S., Borgogno F. Cinotti N., de Viller J.,Speziale-Bagliacca R., Dibattito sul libro di Roberto Speziale Bagliacca “Ubi maior. Il tempo e la cura delle lacerazioni del se”.Psicoterapia e Scienze Umane, 4/2005.
  • Cinotti N., Bacigalupo P. “Studio sul burn out in un gruppo di operatori geriatrici” Rivista di medicina Psicosomatica, n°49, 1999.
  • Cinotti N. Atlante di Agopuntura, Shiatzu, e Do-in, Macro Edizioni, 1990.
Nicoletta Cinotti