A volte le mie parole si fan leggere come il vento, in silenzio ti accarezzano e giocano ad arruffare i tuoi capelli.

Accarezzare le cose, parlare con le cose, far parlare le cose. La vita, forse, è anche questo.

Anche noi, come l’acqua che scorre, siamo viandanti in cerca di un mare.

Forse ciò che rende unico l’amore è questo suo inafferrabile morire e rivivere ad ogni istante.

Giocare con i bambini e come loro, a inventare l’oggi e il futuro.

L’uomo è anche un gabbiano, misterioso e bianco, in cerca di se stesso, che disegna nel vento inediti sentieri, inventati, trasparenti.

La voce dell’altro non giunge alle mie orecchie quando lui mi chiama, ma quando io lo sento e lo ascolto.

Quante cose sappiamo che vanno al di la delle parole!

Juan Baladán Gadea

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!