Volgere l’attenzione a noi stessi e all’interno può sembrare la cosa più facile del mondo. Eppure la sfuggiamo.

Con molte buone ragioni e tante inutili giustificazione.

Ma perché ci sfugge il tempo in cui possiamo darci attenzione e ci divora quello in cui facciamo, come macchine, qualcosa?

Perché abbiamo paura di vivere?

Oggi, quando ci ritroviamo a correre, domandiamoci se, per caso, abbiamo paura e se stiamo scappando da qualcosa. La risposta potrebbe sorprenderci

 

Più siamo occupati, meno tempo abbiamo disponibile per sentire, essere e vivere. E possiamo ingannare noi stessi credendo che il fare sia essere e vivere. […] Il ritmo frenetico e febbrile della vita moderna è una prova evidente della paura che abbiamo dell’essere e della vita. Fin quando questa paura esisterà nell’inconscio di una persona, essa correrà più in fretta e farà di più per non sentire la sua paura. Alexander Lowen

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!