Ci sono molte cose buone in noi. E quando le apprezziamo diventiamo più vitali e quindi più forti. Connetterci con il buono che è in noi non significa solo gioire dei nostri successi. Significa non rimproverarci continuamente per ciò che non siamo. Significa riconoscere gli aspetti positivi che emergono mentre viviamo. Significa non dare per scontato che ci siano ma accoglierli e riconoscerli, dando loro un’attimo di attenzione, un attimo della nostra cura. Nessun elemento buono è troppo piccolo. Non è questione di quantità o di qualità. E’ questione di presenza. Tutti meritano di essere notati.

D’altronde cos’altro abbiamo da fare se non vivere?

dormirePratica del giorno: Oggi possiamo iniziare ad accogliere, riconoscere, ascoltare le cose buone di noi. Tutto quello che ci serve è attenzione, un foglio e una penna. Iniziamo a registrarli e, alla fine della giornata, rileggiamo la nostra lista. Forse dormiremo meglio.

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!