Tutti noi sappiamo quanto il nostro umore è importante. Come può trasformare il significato di ogni evento.

Se il nostro umore è basso qualsiasi cosa può diventare una tragedia, se è buono sappiamo rispondere anche alle situazioni più difficili.

Raramente però ci accorgiamo che l’umore lo costruiamo noi stessi, giorno dopo giorno.

Lo costruiamo con la tonalità affettiva – l’emozione di fondo – prevalente. Se la nostra risposta emotiva tende ad essere prevalentemente negativa, consolidiamo l’umore basso. Un umore che tenderà a far emergere ricordi congruenti e quindi ricordi negativi.

Non dobbiamo né possiamo – cambiare la nostra tonalità affettiva. Ma se ci accorgiamo che rispondiamo con una certa qualità di tono – ossia se portiamo la consapevolezza anche all’emozione contenuta nei nostri pensieri e nelle nostre azioni – facciamo tutto il cambiamento che ci è necessario.

Passiamo dall’inconsapevolezza alla consapevolezza. E questo è sufficiente per cambiare, momento dopo momento, il nostro umore. E per diventare esperti nella geografia di casa.

L’abitudine profondamente radicata dell’avversione può rivelarsi disastrosamente controproducente quando ci ricorriamo per salvarci dalle esperienze indesiderate interne. Segal

Pratica di Mindfulness: La meditazione del lago

© Bioenergetica e mindfulness Nicoletta Cinotti 2015

Foto ©Marooned

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!