Probabilmente pensiamo di nascere con un bagaglio ben definito di emozioni, presenti con noi fin dall’infanzia. In realtà man mano che cresciamo impariamo a provare nuove emozioni. Fin dalla nascita possiamo provare emozioni come l’amore, la rabbia, la paura, il disgusto. Anzi la frequenza con cui le proviamo strutturerà il nostro modo di pensare e il nostro carattere.

Altre emozioni, per emergere, richiedono di essere state filtrate dalle esperienze della vita. Ma ad un certo punto, se non emergono, dobbiamo chiederci come mai la nostra crescita emotiva si è arrestata.

Oggi, come pratica informale, chiediamoci se è nata in noi la pazienza, la saggezza, la compassione per noi e per gli altri e l’equanimità, quella preziosa capacità di essere coinvolti senza farsi trascinare.

Pratica formale: Addolcire, confortare, aprireHopper pazienza

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!