Vorrei sedermi vicino a te in silenzio,
ma non ne ho il coraggio: temo che
il mio cuore mi salga alle labbra.
Ecco perché parlo stupidamente e nascondo
il mio cuore dietro le parole.
Tratto crudelmente il mio dolore per paura
che tu faccia lo stesso. Brano di una poesia di Federico Garcia Lorca

Ogni tanto rileggo questa poesia. Mi colpisce perché è così incisiva. Mi colpisce perché dice qualcosa che conosco sulla pelle, “tratto crudelmente il mio dolore per paura che tu faccia lo stesso“. L’ho visto infinite volte. L’ho ascoltato nelle battute ironiche che le persone fanno su di sé. L’ho ascoltato nella mia voce autocritica che si mette sempre dalla prospettiva del giudice. L’ho fatto ogni volta che non ho ascoltato la mia stanchezza per qualche misteriosa ragione d’ambizione o di generosità.

La generosità – qualità così nobile e umana – è, per me come per molte donne, una delle fonti più radicate di crudeltà nei confronti di me stessa. Dichiaro che l’altro, o quello che è altro da me, vale di più, conta di più fino ad essere un modo per rinnegare noi stessi. Ma non è solo questa la crudeltà. Crudeltà più grande è quella distanza che prendiamo, vestendoci di superiorità, nei confronti della nostra parte perdente. La nascondiamo dietro la perfezione, la richiesta inarrivabile, gli standard elevati. La nascondiamo non per metterla al sicuro, non per curarla, non per proteggerla. la nascondiamo per la più crudele delle ragioni. Ce ne vergogniamo. Invece che essere un genitore affettuoso diventiamo un genitore narcisista. Così, come dice il poeta, parliamo stupidamente per non dire l’unica verità che avrebbe bisogno di essere ascoltata. Ne facciamo un dramma quando potrebbe essere solo un atto della commedia della vita. Ironizziamo su di noi invece che riderci su. E la differenza la fa quanto è aperto il cuore. Quando ironizziamo è chiuso, quando ci ridiamo su è sollevato. Così oggi ti auguro di sollevare il cuore, di trasformare la crudeltà in tenerezza e l’ironia in sorriso.

Pratica del giorno: Self compassion breathing

© Nicoletta Cinotti 2021 Reparenting ourselves

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!