Oggi parliamo spesso, e sempre più spesso, di cura attraverso la compassione. Nessuno avrebbe avuto il coraggio di sostenere che emozioni che sono al di sotto delle nostre difese, come la compassione per esempio, siano in grado di apportare un cambiamento positivo ed essere una azione di cura.

Per anni abbiamo pensato che fosse necessario interpretare le nostre difese e le loro ragioni. Per anni abbiamo percorso strade terapeutiche lunghe e spesso difficili. Per anni abbiamo cercato soluzioni dove invece c’erano cause di sofferenza. Così adesso siamo al cuore della questione. E il cuore della questione – la radice della nostra mente – sta in ciò che proviamo nel corpo e negli affetti. Entrambi vanno a costruire la mente. E per cambiare la mente abbiamo bisogno di passare dal corpo e dalle emozioni. Così curare attraverso la compassione significa ristabilire la capacità di avere relazioni sane. Curare attraverso il corpo significa riconoscere che l’esperienza va più in profondità di tutti i nostri pensieri e lascia un solco profondo.

Significa riconoscere che il graffio lasciato dalle nostre esperienze negative si cura con l’amore più che con il pensiero, con la compassione più che con il giudizio. E che la compassione, nel momento in cui la proviamo, non cura solo l’altro ma anche noi stessi perché ci riconnette alla nostra vera natura. Così in questi giorni sarò il vostro corrispondente. Aspettatevi news!!!

© Nicoletta Cinotti 2016 Mindfulness e bioenergetica

 

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!