Essere sensibili significa sentire ciò che accade a noi e agli altri senza bisogno che sia ad alto volume. È una qualità, perché essere sensibili ci permette di vedere più facilmente la prospettiva altrui, permette di accorgerci di più elementi del panorama interno ed esterno. Per questa ragione la sensibilità potrebbe coincidere con la consapevolezza. Per essere consapevoli dobbiamo, infatti, aver sentito. E quindi più siamo sensibili e più siamo consapevoli di quello che accade.

Ci sono delle situazioni in cui la sensibilità diventa eccessiva e tutto ciò che accade ci tocca o ci ferisce in maniera troppo intensa. A quel punto la sensibilità diventa un’arma a doppio taglio: perché sentire aumenta il doversi difendere dal dolore di aver sentito. È come se fossimo senza pelle. In quel caso parliamo di ipersensibilità.

Così, se la sensibilità è preziosa, l’ipersensibilità è dannosa perché rende i rapporti tra noi e il mondo più complessi.  Il rischio in questi casi è sempre lo stesso: trasformare la difesa in punizione. Punire gli altri con la nostra assenza, con il nostro ritiro, con la nostra distanza. Lo facciamo perché abbiamo sentito male nel rapporto con loro.Questo non servirà a renderci più sicuri – come crediamo – ci renderà sempre più solitari e sempre più vulnerabili alle ferite che nascono dall’imprevedibilità dell’incontro. Perché è l’imprevedibilità che, alla fine, è la causa della nostra ferita. È accaduto qualcosa che non ci aspettavamo: qualcosa che ci fa sentire impreparati. Ma non è stato fatto contro di noi. È avvenuto perché la vita è più grande dei nostri programmi.

Non possiamo allora che aumentare la nostra capacità di consolarci, di calmare le nostre reazioni, sapendo che, spesso, non sono gli altri che ci fanno male, ma è la nostra stessa sensibilità che ci ferisce. Non possiamo che ricordarci, ancora e ancora, che ogni giorno nasce nuovo. Come noi.

Rinnovati completamente ogni giorno; fallo ancora e ancora, per sempre ancora. Iscrizione cinese

Pratica di mindfulness. Addolcire, confortare, aprire.

© Nicoletta Cinotti 2016 Mindfulness e bioenergetica Foto di ©❤ Voice of my soul ❤

error: Contenuto protetto!

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!