Avere bisogno non è confortevole. Spesso sentiamo il nostro bisogno come una minaccia; a volte, nella nostra cultura, diventa anche una situazione non dignitosa.

Dimentichiamo però che tutti noi abbiamo dei bisogni essenziali come il bisogno del contatto relazionale, il bisogno di essere conosciuti e compresi, il bisogno di essere visti e anche il bisogno di momenti di solitudine. Man mano che cresciamo i nostri bisogni cambiano ma noi continuiamo a trattarli come abbiamo imparato ad essere trattati durante la nostra infanzia.

Possiamo diventare esageratamente ansiosi, indifferenti o dipendenti dai nostri bisogni. E ognuna di queste modalità dipende da quello che abbiamo imparato – nella pratica – dall’aver bisogno.

Guardare al modo con cui rispondiamo ai nostri bisogni significa dipanare quel nucleo profondo che ci mette in contatto con l’ambiente. Se nel farlo portiamo la consapevolezza a ciò che accade, possiamo iniziare ad accorgerci che avere bisogno non è una vergogna né un merito. È il momento in cui ci rendiamo conto che non siamo un’isola: perché ogni bisogno – per incontrare risposta – incontra un’altra persona. Cosa accade in questo incontro? Diventiamo dipendenti? Prendiamo ciò che ci serve, indifferenti all’altro? Siamo avidi o timorosi della vicinanza? Proviamo soddisfazione o rimaniamo sempre un po’ insoddisfatti? Abbiamo fiducia o partiamo con la diffidenza? Temiamo la delusione o abbiamo ideali su come dovrebbe essere?

Abbiamo paura del nostro bisogno perché ci rende vulnerabili o perché ci mette in contatto?

Il diritto di essere al sicuro nella propria condizione di bisogno, deriva dalla funzione di appoggio e nutrimento assolta dalla madre nei primi anni di vita.(…)Se questi diritti fondamentali ed essenziali non si stabiliscono, ne consegue una fissazione all’età e nella situazione che ha causato l’arresto del pieno sviluppo. Alexander Lowen

Pratica del giorno: Grounding

essere al sicuro nel bisogno

© Nicoletta Cinotti 2015

Foto di ©Gheorghia

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!