Noi pensiamo che le emozioni sorgano indipendentemente da noi. In realtà possiamo creare le condizioni perché certe emozioni trovino la carica, l’energia, il terreno giusto per emergere.

La gioia, per esempio, ha bisogno di libertà e innocenza per poter sorgere.

La libertà dalle contrazioni muscolari e quell’innocenza che emerge quando guardiamo alle stesse cose con occhi nuovi.

Senza farci trascinare dalle solite storie che abbiamo in testa e che danno spiegazione a tutto.

Oggi guardiamo se possiamo coltivare libertà e innocenza.

Quando lavoro con i miei pazienti molti alla fine della seduta si sentono bene, altri addirittura felici (Questi sentimenti positivi) sono prodotti dall’esperienza, durante la seduta, della liberazione da qualche tensione restrittiva, da un sentimento di maggiore vitalità e da una più profonda comprensione di sé.

Alexander Lowen 

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!