Gli outsiders

poveriEssere un outsider ci rende speciali e ci spinge a cercare altre famiglie. Ci rende diversi.

Ci porta a fare cose che avremmo pensato impossibili.

Eppure desideriamo appartenere a qualcosa o a qualcuno.

Perché la sensazione di isolamento è una delle fratture che temiamo di più.

Curarla richiede contatto. Contatto emotivo. Un contatto emotivo che superi la sensazione di scoraggiamento e apra il cuore.

Pratica del giorno: Cullare il cuore

La sensazione di non appartenenza nasce quando c’è una mancanza di contatto emotivo tra un bambino e i suoi genitori.

Alexander Lowen

©  Nicoletta Cinotti 2014                                                                                                Rammendare strappi

 

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!