I movimenti della condivisione

Passiamo la nostra giornata nel movimento, distratto, consapevole, veloce o rallentato che sia.

Un flusso ininterrotto di azioni di cui è difficile assaporare la qualità. Fino a che compiamo un gesto di apertura. Un atto di gentilezza o generosità. Un protendersi verso qualcuno.

In quei momenti cambia qualcosa: cambia il calore e cambia la sensazione di peso. Semplicemente perché, aprendoci, rimettiamo il corpo in un flusso di relazione e non solo di azione,

I movimenti della condivisione vanno dritti a quella regione degli affetti che chiamiamo cuore, la riscaldano, la sciolgono e nutrono la radice corporea della speranza. Quella meravigliosa sensazione che proviamo allo sciogliersi di un blocco, all’allentarsi di una tensione.

Il concetto della spiritualità del corpo riguarda sia l’essere coinvolti che l’avere una forte consapevolezza della connessione. E il processo di connessione con il mondo esterno è un processo energetico. Quello che avviene tra due persone è simile al sintonizzarsi sulla stessa frequenza. E trasformare questa frequenza in movimento. Alexander Lowen

Pratica del giorno: Protendersi

© Nicoletta Cinotti 2015 Mindfulness e Bioenergetica

Foto di ©LomiMonk [Brian] e ©Lucille Kanzawa

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!