Oggi è Ferragosto: una festa che in genere è un momento di condivisione e compagnia. Un’occasione per incontrare gli amici, per passare del tempo con la famiglia allargata. La possibilità di sentire quel sostegno e nutrimento che arriva dal gruppo.

Come tutte le occasioni di aggregazione può essere anche il momento in cui si celebra l’assenza. L’assenza degli altri che, a volte, sembra più importante della presenza.

Forse dovremmo ricordarci però che assenza e presenza, distanza e vicinanza sono sfumature mediate dai nostri pensieri. E che i nostri pensieri non sempre sono dei buoni giudici. Tendono ad essere conservatori e a volere che le cose non cambino. Tendono ad una realtà vicina solo alle loro aspettative. Tendono a dare un giudizio globale mentre invece la felicità sta nelle piccole cose. Sta nei particolari, sta nella percezione dell’aria fresca del mattino al risveglio. Nel profumo del caffè.

La felicità sta nel gustare il presente con la sua novità, sta nel non farsi ingannare dall’illusione della ripetizione. Ogni momento è diverso. Ogni attimo apre nuovi significati.

All’ombra dei fiori
nessuno
è straniero. Issa

Pratica di mindfulness: La consapevolezza del respiro

© Nicoletta Cinotti 2016 Le radici della felicità

Foto di ©sofiadelmare

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!