fuorigiocoQuando ci muoviamo nel panorama interiore siamo richiamati all’importanza dell’accettazione, dell’apertura incondizionata verso la nostra esperienza.

E beneficiamo di questo come un assetato che finalmente incontra l’acqua.

Purtroppo però spesso confondiamo l’accettazione nei confronti di noi stessi con la possibilità di imporre le nostre regole di gioco, sempre e comunque.

Con l’idea che chi ci ama deve mostrare accettazione sempre e comunque. Con il pensare che i nostri bisogni vengano prima di tutto.

Rifiutiamo l’idea dei confini, delle regole e l’idea che il fuori gioco annulli un’azione.

Confondiamo l’amore con il narcisismo perché senza l’attenzione degli altri e la loro approvazione entriamo in contatto con quanto ci amiamo. E spesso non è molto l’amore che abbiamo davvero per noi stessi.

Ognuno di noi ha bisogno degli altri. Se abbiamo un senso del Sé abbiamo bisogno di un’altra persona per condividerlo. Ma anche se non lo abbiamo sentiamo che la nostra immagine ha bisogno del sostegno e del plauso altrui. Senza l’approvazione e l’ammirazione degli altri, l’io narcisistico si sgonfia perché non è connesso, non è nutrito dall’amore per se stesso. A. Lowen

Pratica del giorno: Self compassion breathing

© Nicoletta Cinotti 2014       Ammorbidire il cuore 

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!