Riprendiamo la penna in mano per approfondire ancora il tema del giornale dei sogni. Come abbiamo visto i sogni possono essere scritti come un film, di cui noi siamo i registi, a cui dare un titolo, con una trama che, vista già solo nel suo insieme, ci comunica qualcosa.

Spesso però, la cosa davvero interessante dei nostri sogni sono i personaggi che li abitano e che possiamo brevemente definire così…

Io sono l’eroe…

Il personaggio principale del sogno, che possiamo essere o non essere noi, è il nostro Io, rappresenta cioè la vicissitudine interiore che si afferma attraverso l’avventura del sogno. Concentra ed esprime la capacità di affrontare la realtà, avendo consapevolezza delle difficoltà e del dolore, ma senza farsene sommergere o vincere.

Possiamo quindi iniziare a domandarci proprio come si comporta il personaggio principale: affronta la realtà o cerca di sfuggirne? E’ irriverente o pauroso? Ha un piano o si muove senza meta spinto dalla ricerca di qualcosa di sconosciuto anche a lui?

Molto spesso l’eroe, il personaggio principale, deve confrontarsi con un nemico e superare anche ciò che appare insormontabile. Questo nemico è il nostro lato Ombra

…ma anche l’ombra

il-lato-positivo-pat-solitanoQuando l’ombra della notte scende su di noi, il momento è opportuno per un volontario incontro con la nostra ombra interiore, la parte di noi che ci fa paura ma che è necessario incontrare perché portatrice nella nostra vita di elementi imprescindibili per la felicità. Il viaggio all’interno della propria ombra è sicuramente quanto di più avventuroso ed emozionante si possa intraprendere

Cosa s’intende realmente con il termine ombra?

L’ombra è l’ignoto che fa paura, sono i nostri sentimenti repressi che possono diventare qualcosa di minaccioso o mostruoso. Tuttavia, per quanto possa essere spesso dipinta come oscura, essa cela in sé quell’accesso alla piena luce riposta in ognuno di noi, necessario ad ogni forma di consapevolezza e di vera illuminazione. L’ombra è perciò la vera chiave della vita, benché venga per lo più diffamata in qualità di tenebra, di male. Ovviamente è anche, ma non soltanto, quest’ultima cosa. ombraSecondo C.G. Jung essa consiste semplicemente in tutto ciò che è inconscio. In linea di principio, tutti i sintomi – indipendentemente se fisici, psichici, mentali od originati dall’ambito sociale – sono espressione dell’ombra…e tutte le nostre difficoltà a realizzare i progetti che coscientemente lottiamo per compiere, sono legati alla nostra parte ombra. Questa energia può essere una potente forza interiore che aspetta di venire alla luce e che, se trascurata o negata, continua ad alimentare le nostre paure e le nostre cattive abitudini

Cambiare forma

shapeshither

Nei sogni sono spesso presenti anche elementi che cambiano forma: paesaggi che passano da un luogo all’altro, persone che sembrano qualcuno e poi qualcun altro e così via. Questi elementi hanno la funzione di instillarci dubbi e anche la funzione di esprimere quei sospetti che ci tormentano. A volte esprimono la nostra volubilità, la tendenza a cambiare umore, gli aspetti incostanti e imprevedibili. In ogni caso sono spesso dei catalizzatori al cambiamento e rappresentano il nostro impulso psicologico alla trasformazione.

Ma non tutto è oscuro

Finora abbiamo delineato le parti più tormentate dei sogni, quelle che spesso ci fanno dire…”ho fatto un brutto sogno!” Ma i sogni non sono solo espressione dei nostri conflitti interni. Sono piuttosto il richiamo al cambiamento e alla trasformazione, accompagnato sia da ciò che ci fa temere il cambiamento che da ciò che ce lo rende desiderabile.

Nei sogni spesso compare una figura di aiutante, che ci dà qualcosa, ci insegna e ci accompagna nella nostra avventura. Può essere un animale, un amico, qualcuno a qualcosa che ci fornisce rassicurazione. Oppure qualcuno che, nella nostra vita, ci ha iniziato a qualcosa di nuovo. Il primo partner, l’amico con cui abbiamo fatto il primo viaggio o una persona anziana saggia e vecchia.

Perché occuparsi dei personaggi?

cat-cuteSe davvero desideriamo scrivere i nostri sogni occuparsi dei personaggi ha un vantaggio essenziale. Ci permette di comprendere come stiamo crescendo e quali sono gli ostacoli al cambiamento e le ragioni per la trasformazione.

Ogni personaggio infatti rappresenta una parte di noi che si muove dinamicamente attorno alla trama costruita dal sogno. Le trame cambiano, i personaggi cambiano ma se iniziamo a scrivere i nostri sogni individuando questi due passaggi – quello espresso nell’articolo “Il giornale dei sogni” – della trama e dei personaggi, iniziamo ad avere un diario aggiornato del processo di crescita e cambiamento in atto. E, soprattutto, iniziamo a comprendere la direzione della crescita e la nostra responsabilità di fronte a ciò che ci ostacola!

a cura di Nicoletta Cinotti

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!