piacere di andrew zuckermanCi appendiamo ad una illusione e non si è in grado di scendere sulla terra fino a che l’illusione stessa non crolla.

Quel momento, per quanto doloroso, è l’inizio della possibilità di radicarsi nella realtà.

Da quel momento in poi possiamo scegliere, anziché di crollare, di scaricare e sperimentare il piacere della distensione che arriva quando abbandoniamo la tensione.

Nell’ambito del corpo c’è una pulsazione energetica: il sentire si muove verso l’alto quando abbiamo bisogno di energia o di eccitazione e verso il basso quando è necessaria la scarica. Se una persona non può scaricarsi adeguatamente resterà come appesa e perderà il piacere che è connesso alla scarica.

Alexander Lowen

© Nicoletta Cinotti 2014                                             Rammendare strappi                                 Foto di Andrew Zuckerman
La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!