vuotoCi sono momenti in cui tutto sembra troppo pieno. Non solo pieno di impegni ma anche con un senso di oppressione interiore.

Questo è un segnale: è il segno che quello che stiamo vivendo attiva delle vecchie modalità di risposta.

I nostri schemi infatti occupano tutto lo spazio della nostra esperienza con la loro ripetizione e ci fanno sentire saturi.

Il vuoto non è uno spazio bianco che improvvisamente sorge nella nostra vita. Il vuoto è quel senso di novità che abbiamo quando possiamo cogliere l’esperienza fuori dalla ripetizione dei vecchi schemi.

E’ vuoto perché non sappiamo già come andrà a finire. E’ vuoto perché ha tutta la novità di ciò che non è stato ancora vissuto. E’ vuoto perché è esperienza libera dagli schemi.

Buoni o cattivi, felici o tristi, tutti i pensieri svaniscono nel vuoto come le impronte di un uccello nel cielo. Citato in Pema Chodron

Poesia del giorno: Meraviglia dello stare bene

Pratica del giorno: Il panorama della mente

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness e poesia

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!