Che cosa succede quando non vogliamo o possiamo esprimere quello che sentiamo? Dovremmo dare una risposta a strati, come nel millefoglie, il buonissimo dolce alla crema. Il primo strato è attivazione muscolare e serve per trattenere l’azione. Ci vorremmo muovere, esprimere, agire ma usiamo i muscoli antagonisti di quella azione per trattenere. A quel punto l’energia dell’emozione si diffonde nel corpo. Facciamo un esempio: magari siamo arrabbiati, vorremmo colpire e dare un bel pugno sul tavolo. Ci tratteniamo (giustamente) e la rabbia arriva agli occhi, al viso, alle guance. E siamo al secondo strato del millefoglie. La carica dell’emozione si è diffusa nel corpo, in un’area più ampia di quella in cui sarebbe stata se l’avessimo espressa reattivamente.

A questo punto abbiamo una scelta: contenere e quindi rimanere consapevoli del fatto che siamo arrabbiati ( ho scelto un’emozione a caso ma succede con tutte le emozioni) oppure passare al semplice trattenersi che nega il diritto all’espressione? La differenza sembra di poco conto ma in realtà è radicale. Se scegliamo di contenere rimaniamo consapevoli e quell’emozione continua a darci informazioni. Se scegliamo di trattenere dobbiamo iniziare a controllare e a spingere lontano da noi le informazioni che l’emozione farebbe emergere perché non reggiamo la loro vitalità.

Se conteniamo il millefoglie si arricchisce di uno strato ma rimane soffice e la crema trasluce nei bordi, facendoci sentire ancora la pienezza del gusto, dell’emozione che abbiamo vissuto. Se scegliamo di trattenerci il millefoglie deve avere una sfoglia molto più spessa e noi incominciamo a perdere il sapore. Un sapore che rimane coperto ma un’emozione che rimane presente anche se abbiamo deciso di trattenerla. L’eccitazione legata all’emozione si allontana dalla superficie e insieme all’eccitazione si allontana anche la vitalità: difficile trattenersi e, contemporaneamente, essere vitali. Se tratteniamo ripetutamente l’espressione, lo strato del millefoglie diventa sempre più spesso e la crema sempre più separata dalla superficie. Il dolce diventa piatto e pesante anziché leggero e croccante. E per quanto possiamo decorarlo con gusto e cultura, sempre piatto e pesante rimane.

Ecco questa è la differenza tra controllare e contenere. Il contenimento si sviluppa quando riusciamo a sostenere l’eccitazione che le emozioni ci danno senza sentirsi reattivamente costretti ad esprimerle. Il controllo nasce dal trattenersi e dall’allontanare l’eccitazione dalla superficie in strati via via più lontani di consapevolezza. È solo così che possiamo comprendere come mai ci allontaniamo dalla compassione nei nostri confronti. Non sentiamo più le nostre ragioni, non crediamo più nella possibilità di farci una ragione. Non sappiamo più come trovare una strada per esprimerci e in questo modo aggiungiamo al controllo il rimprovero. Per tornare indietro, per riprendere la strada del contenimento anziché quella del controllo abbiamo bisogno di lasciar uscire quello che abbiamo trattenuto, Di sperimentare com’è contenere l’eccitazione senza sentirsi forzati ad reagire. Abbiamo bisogno di passare dal trovare parole che diano espressione al sentimento e ci aiutino a mettere a fuoco l’azione. Abbiamo bisogno di tornare alla corporeità delle parole.

Le parole danno oggettività al sentimento e aiutano a mettere a fuoco l’azione. Il tono della voce riflette e determina la qualità dell’esperienza. Alexander Lowen

Pratica del giorno: La classe del mattino

© Nicoletta Cinotti 2019 Verso la self compassion

Photo by Christiann Koepke on Unsplash

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!