Quando il bisogno di dire la verità porta a trascurare i riguardi, quando, preoccupati per le cose, si dimenticano le persone, allora il desiderio di far trionfare l’opinione che pare giusta può avere l’aspetto del desiderio di trionfare. Ciò è un errore.

La franchezza non dev’essere spinta fino alla crudezza; la verità non deve solo vincere, deve conquistare. Questo elemento di persuasione, d’insinuazione, di dolcezza fa difetto ad alcuni caratteri generosi, i quali, per odio verso i vezzi, per orrore verso la diplomazia, l’abilità, la servilità, si rifugiano piuttosto addirittura nella durezza.

Per timore di lusingare, brutalizzano; per timore di fare delle avances, di parere circonvenire o cattivarsi le grazie, scuotono le opinioni e indispongono gli amor propri. Temperare la sincerità con la cortesia e la fermezza con il riserbo, unire all’indipendenza il rispetto e alla vivacità il tatto è un’arte che devono apprendere.
Henri-Frédéric Amiel Grani di miglio, 1854.

Per la rubrica “Addomesticare pensieri selvatici”
© www.nicolettacinotti.net

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!