Ci sono tante ragioni per guardare a noi stessi con gentilezza: possiamo farlo perché la vita è difficile, perché siamo stanchi, perché ogni giorno abbiamo problemi e difficoltà da affrontare. Ma di tutte queste ragioni spesso dimentichiamo la più importante: vale la pena essere gentili perché la gentilezza è un antidoto alla paura e all’ansia.

La paura e l’ansia infatti sono risposte vagali che ci portano immediatamente nell’area difensiva: attivano risposte veloci, istintive e abituali. Sono emozioni sensibili a segnali minimi di cui, a volte, nemmeno ci accorgiamo consapevolmente tanto passano sotto soglia e attivano però, subito, una risposta vagale con tensione, accelerazione del battito o della sudorazione, pensieri ripetitivi e senso di pericolo. In questi casi ricorriamo alle nostre vecchie abitudini e finiamo per vivere un po’ meno per non rischiare un po’ di più.

La gentilezza offre una alternativa perché diventa un modo – non verbale – per dirci che non siamo in pericolo. Un modo per rassicurarci e ricordarci che non c’è niente di cui avere paura. Lo facciamo utilizzando gli stessi segnali subliminali – di segno invertito – della paura. Se la paura ci fa essere bruschi, ricorriamo alla gentilezza. Se ci fa essere veloci, ci invitiamo a rallentare. Se ci rende frenetici, ci prendiamo uno spazio di pausa. E lo facciamo ogni volta che sentiamo l’onda dell’ansia arrivare e scuoterci. Così non lavoriamo per non provare più ansia e paura – cosa che sarebbe controproducente oltre che impossibile – ma non alimentiamo quell’aspetto veloce, compulsivo e inconsapevole che è il comportamento orientato dalla paura. Perché abbiamo una libertà che troppo spesso sottovalutiamo: la libertà di scelta.

Non possiamo scegliere di cancellare l’oscurità, ma possiamo scegliere di illuminarla. Edith Eva Eger

Pratica di mindfulness: Addolcire, confortarsi, aprire

© Nicoletta Cinotti 2020 Il protocollo MBSR

Photo by Bram. on Unsplash

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!