Il giudizio è una lama sottile, tanto sottile che finiamo per non accorgerci più di quanto sia attiva nelle nostre giornate. Spesso è l’interruttore che ci dice se possiamo essere al sicuro o se ci sono elementi di pericolo. Molto spesso, nel suo diventare automatico, rende reali minacce o qualità che non sono davvero presenti. Si trasforma così, velocemente, da giudizio in pre-giudizio.

In modo veloce ci impedisce di entrare davvero nell’esperienza perché, attraverso il giudizio, siamo convinti di averla già fatta e compresa. E questa convinzione è rafforzata dal fatto che spesso nutriamo i nostri giudizi con la convinzione di avere ragione.

Il punto non è eliminare il giudizio dalla nostra vita. Non sarebbe utile, non sarebbe possibile. Ne abbiamo bisogno. Abbiamo bisogno però anche di mantenere aperto il campo d’esperienza il più a lungo possibile perché il giudizio avvenga alla fine dell’esplorazione e diventi così una scelta e non un impulso che risponde alle categorie generali delle nostre esperienze precedenti. Il giudizio, più è veloce, più taglia la nostra possibilità di esplorare la realtà e diventa, molto spesso, una riduzione della speranza anziché una espressione della realtà.

Così, quando ci accorgiamo che stiamo giudicando noi stessi e gli altri, potremmo chiederci qual è la speranza che rifiutiamo di avere? Da quale delusione ci stiamo proteggendo con questo giudizio? E quali possibilità apre la sospensione del giudizio? Perché spesso, giudicando, neghiamo a noi stessi e agli altri la fiducia nella possibilità di imparare e cambiare.

Man mano che cresce la nostra chiarezza vediamo di noi cose che preferiremmo negare: la tendenza a giudicare, piccole meschinità o tratti di arroganza. Non sono peccati ma aspetti passeggeri e modificabili delle nostre abitudini mentali. Più impariamo a conoscerli, più perdono il loro potere. È così che arriviamo a fidarci del fatto che la nostra natura di base è semplice e libera dalla battaglia tra il bene e il male.Pema Chodron

Pratica di mindfulness: Self compassion breathing

© Nicoletta Cinotti 2017 Risolversi a cominciare Foto di ©mluisa_

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!