memoria del futuroNoi esistiamo nel presente ma abbiamo una memoria del futuro che ci fa sognare, desiderare, sperare.

Sappiamo che esiste il domani. E questo ci innamora e ci spaventa insieme.

Non possiamo però rinunciare alla memoria del futuro. Non possiamo privarci del nostro estenderci e protenderci.

Questa memoria del futuro è fondamentale perché ci porta avanti e ci accompagna a compiere la nostra vita, al di là della semplice esistenza.

Poche cose integrano questa contraddizione tra il presente e il futuro. Forse solo una: un atto d’amore.

Un atto d’amore è una espressione di fede, forse la più sincera che si possa dare. Nell’atto d’amore, una persona apre il proprio cuore ad un’altra e al mondo. Tale azione, che riempie di gioia inesprimibile, la espone anche ad una ferita profonda. E’ possibile quindi solo se la persona ha fede nell’umanità comune dell’uomo e nella comune natura di tutti gli esseri viventi. La persona che non ha fede non può amare e la persona che non può amare non ha fede. Alexander Lowen

Pratica del giorno: Cullare il cuore

© Nicoletta Cinotti 2014 Aprire la mente

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!