Cerco riparol'insegnamento del soffio

nella voce nuda,

nell’insegnamento del soffio,

chiedo rifugio

nel legame delle foglie,

la conta dei sassi

il silenzio

che brucia nella corsa.

Faccio monastero

nel petto acceso di respiro,

nell’origine e nella fine

di una sillaba,

nella compagnia del passo

che allaccia a terra.

Ho vento,

ho ossa,

come muri del tempio,

ho mani.

La notte soffia

spegne la candela

insegna ad uscire.

Mi cucio al passo

mi navigo nel respiro

mi sposo.

Chandra Livia Candiani

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!