Molto spesso, quando cerchiamo di risolvere ed affrontare una difficoltà, produciamo molte soluzioni ma pochi cambiamenti. Questo può dipendere dalla difficoltà del compito che ci troviamo ad affrontare ma anche dal fatto che non apriamo abbastanza il campo della nostra consapevolezza.

La poesia può essere un modo per aprire, creativamente, la nostra consapevolezza, osservando il problema da diverse prospettive, ci permette di cogliere sfumature nascoste e ampliare la nostra percezione del momento presente. Leggere una poesia poi, significa – come dice Claudio Pozzani nel video – dargli corpo, restituire ai sensi l’esperienza vissuta per viverla di nuovo.

Attiviamo così, attraverso la poesia, un processo di pensiero laterale che fa emergere, grazie alla libertà insita nella sua forma espressiva, i conflitti interni,ed esprimendoli, ci permette un passo verso la libertà.

Le parole come cuscini,(clicca sulla parte in blu per vedere il video)

I2693.TwomblyA 2.tifncontro con Claudio Pozzani 20 Febbraio 2013

Centro Studi di Nicoletta Cinotti, Chiavari

 

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!