L’abitudine ci fa spesso dimenticare il potere silenzioso della ripetizione. Ci fa sembrare automatiche e normali moltissime cose.

Anche il modo in cui ci rivolgiamo a noi stessi diventa un’abitudine fatta di infinite ripetizioni.

Spesso non è un modo gentile ma piuttosto è un sottile rimprovero, una silenziosa disapprovazione che ripetiamo continuamente nei nostri dialoghi interiori. Lo scopo di queste raccomandazioni interiori è quello di renderci più adeguati alle aspettative, nostre e altrui.

Il fatto che sia silenziosa non le toglie potere. La rende solo un’abitudine segreta. Che ha la forza di tutte le abitudini. E giorno dopo giorno modella quello che sentiamo nei confronti di noi stessi. Giorno dopo giorno ci dice che è più importante come gli altri ci vedono di quello che sentiamo.

Portare la consapevolezza verso questo dialogo interiore è il primo passo per un amore autentico nei nostri confronti, libero, non condizionato dai risultati. E un amore autentico nei nostri confronti è l’unico modo per abbandonare quel narcisismo che ci rende estranei a noi stessi.

Senza l’ammirazione e l’approvazione degli altri l’io narcisistico collassa perché non è sostenuto da un amore autentico nei propri confronti. Alexander Lowen

Pratica di mindfulness: Centering meditation

© Nicoletta Cinotti Mindfulness e bioenergetica

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!