Ho finito per definirmi agnostica. Non voglio dire con ciò che non credo in Dio. Credo in Dio fin dalla più tenera infanzia. Non che mia nonna, con la sua devozione, abbia finito per ottenere un ascendente maggiore su di me rispetto a mia madre, atea. Intellettualmente mi sento più vicina a mia madre che alla mia nonna adorabile dalla pietà superstiziosa che, dall’alto dei suoi novantatrè anni, negli ultimi tempi agitava l’indice con indignazione – “Attenta, piccola mia, a non smarrirti!” – venendo a sapere che mi dedicavo a un’opera di Freud. Infinita tenerezza davanti a questa signora anziana e rispettosa che crede in un Dio che Sigmund Freud potrebbe mettere in pericolo. No, non sono credente alla maniera di mia nonna – e forse lo sono anche, per un miracolo, a dispetto dei suoi insegnamenti terrificanti.

Sono credente fin dalle ore felici e inutilizzate dell’infanzia che lasciano ai piccoli tutto il tempo per porsi grandi domande. In quelle ore il mio essere era assorbito dalla contemplazione quando non era mobilitato interamente dall’urgenza del gioco. In quella contemplazione, fremevo invariabilmente per il sentimento di una Grandezza che non era la mia e che tuttavia non mi sminuiva. Una grandezza che mi chiamava ad elevarmi, che destava in me una curiosità insaziabile, suscitava un folle desiderio e i miei slanci più sani.

Il mio Dio e il mio sentimento di Dio era Qualcosa di Grande. Questo sentimento livella tutte le mie età: non invecchia né si erode.(…)

Perché allora definirmi agnostica? Perché credo in Dio, ma ogni giorno sondo un pò di più fino a che punto non ho la conoscenza di questo Dio in cui credo (…) Da quando sono andati in fumo i contratti inconsci attraverso i quali avevo abbassato comodamente la Grandezza presentita nell’infanzia, mi limito a cercare Dio – il che mi occupa molto più intensamente. ©Marion Muller-Colard

©www.nicolettacinotti.net per la Rubrica “Addomesticare pensieri selvatici”

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!