Le relazioni adulte sane si basano sulla libertà e sull’uguaglianza. Libertà denota il diritto di esprimere liberamente i propri bisogni o desideri; uguaglianza significa che ciascuna persona sta nella relazione per se stessa e non per servire l’altro. Se una persona non può parlare ad alta voce, non è libera; se deve servire un altro, non è uguale. Ma troppe persone non sentono di avere questi diritti. Nell’infanzia sono state rimproverate perchè chiedevano la soddisfazione dei loro bisogni e desideri, sono state definite egoiste e sconsiderate. E sono state colpevolizzate quando anteponevano i propri desideri a quelli dei genitori. Quando una delle mie pazienti da bambina si lamentava con la madre di essere infelice, la risposta che otteneva era “Non siamo qui per essere felici ma per fare quello che si deve”. Questa paziente finì per diventare la madre di sua madre, che è il destino che capita a molte figlie e le priva del diritto all’appagamento e alla gioia.

Questo tradimento dell’amore da parte di un genitore deve provocare nel bambino un’intensa rabbia contro il genitore, una rabbia che non può esprimere. La rabbia repressa raggela l’amore del bambino, trasformandolo in odio, e ciò lo fa sentire colpevole e lo rende sottomesso. Fino a che questi sentimenti di rabbia e di odio non vengono liberati, la persona non può sentirsi libera e uguale e ritornano anche nelle relazioni adulte.

Quasi tutte le relazioni iniziano con l’emergere di sentimenti positivi e di piacere che attraggono gli individui tra di loro.(…) Nessuno sforzo può renderci più affettuosi o amabili. Nessuno sforzo produce piacere o gioia. L’amore è una qualità dell’essere, essere aperti, e non del fare. Ci si può guadagnare una ricompensa per lo sforzo ma l’amore non è una ricompensa. Bensì è l’eccitazione e il piacere che due persone provano l’una con l’altra quando si abbandonano alla reciproca attrazione. Poiché tutti i rapporti amorosi hanno inizio con una resa, il loro fallimento a proseguire deriva dal fatto che la resa era condizionata: era una resa all’altro e non una resa del Sé. Alexander Lowen in “Arrendersi al corpo”

© Addomesticare pensieri selvatici Rubrica di citazioni celebri ©www.nicolettacinotti.net

Photo by Tommy Lee Walker on Unsplash

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!