Oggi che t’aspettavo
non sei venuta.
E la tua assenza so quel che mi dice,
 la tua assenza che tumultuava,
nel vuoto che hai lasciato,
come una stella.
Dice che non vuoi amarmi.
Quale un estivo temporale
 s’annuncia e poi s’ allontana,
così ti sei negata alla mia sete.
 L’amore, sul nascere,
ha di quest’ improvvisi pentimenti.
 Silenziosamente
ci siamo intesi.

Amore, amore, come sempre,
 vorrei coprirti di fiori e d’insulti.

Vincenzo Cardarelli

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!