correzioni 1La nostra abitudine a correggere è molto radicata. Pensiamo di sapere quello che va bene per noi e lo dimostriamo con idee precise, pronte a trasformarsi in ordini e in delusioni.

Anziché comprendere cosa vuol dire quello che sta succedendo, lo correggiamo in modo che ci convinca del contrario.

Questo desiderio di correggere, modellare, manipolare, affinché le cose siano esattamente come le vogliamo, trasforma la nostra vita in un bonsai mal riuscito. La rimpiccolisce.

Correggere e migliorare non sono sinonimi. Ci sono vittorie che sono più dannose di molte sconfitte. Sono quelle vittorie che nascono dall’aver corretto qualcosa o qualcuno. Perché poi, inevitabilmente, la vita riprende il suo corso. Più forte delle nostre correzioni.

La realtà sempre è di più o di meno di quello che vogliamo. F. Pessoa

Pratica del giorno: Il panorama della mente

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness e bioenergetica

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!