Quando blocchiamo la nostra espressione emotiva, congeliamo una parte di noi. Questo congelamento risuona nel corpo, con le contrazioni muscolari. E nella mente, con la formazione di illusioni rispetto alla realtà.

Spesso sottovalutiamo quanto siamo retti da illusioni. Da significati nati per una singola esperienza che spalmiamo su tutto ciò che ci accade.

Se torniamo a riconoscere, accettare, ascoltare quelle emozioni congelate quello che attiviamo è un processo di guarigione, di scongelamento.

Ecco perché certe emozioni guariscono.

Oggi sarebbe una buona idea guardare cosa abbiamo nel surgelatore…

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!