Tara Westover è una donna giovane, bella, intelligente e con un curriculum di studi prestigioso. Eppure non è mai andata a scuola ma solo all’Università (Cambridge tra le altre). All’educazione dedica il suo libro perché l’educazione le ha, letteralmente, salvato la vita. Cresciuta in una famiglia mormone – il cui principale problema non era far parte di una comunità chiusa ma avere un padre affetto da disturbo bipolare e un fratello borderline – ha compreso che la soluzione per lei, per uscire da un universo familiare che assomiglia molto spesso ad un incubo a tinte fosche, era studiare.

La scelta della famiglia era l’home schooling che, tradotto, voleva dire che ognuno doveva imparare da solo. Ciononostante sia Tara che due dei suoi fratelli sono arrivati al Phd.

La scrittura di Tara è asciutta e non giudicante malgrado quello che rivela della sua famiglia sia davvero difficile. Eppure il libro inizia con una nota in prima pagina in cui invita a non associare nulla di quello che si leggerà alla comunità dei mormoni.  La sua storia è la storia della sua famiglia e protegge una comunità di cui ha fatto parte, dalla discriminazione e dalle facili generalizzazioni. Alcuni lettori hanno trovato questa scrittura troppo fredda. In realtà la struttura del testo, la qualità della scrittura, l’organizzazione del materiale raccontano un’altra cosa – di cui Tara è ben consapevole – raccontano come si sopravvive al trauma. Come, per sopravvivere il corpo e la mente diventino realtà distanti e come quel distacco abbia una funzione centrale per la sopravvivenza. Il corpo accusa il colpo ma cerca di impedire che la ferita metta nel marasma tutto il resto e lo fa attraverso la dissociazione. Tara Westover ed Emmanuel Carrere permettono, oltre alla lettura, una meta lettura, quella che consente di ascoltare non solo le parole ma anche la struttura della mente di chi scrive. Ci fanno così un regalo grandissimo che non è solo la condivisione della loro storia ma l’ingresso, rivelatorio, nell’intimità della loro mente.

Un libro da tenere con rispetto.

© Nicoletta Cinotti 2021 Addomesticare pensieri selvatici

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!