L’essenza della generosità è lasciar andare.

Il dolore è sempre un segno che ci stiamo aggrappando a qualcosa, di solito a noi stessi. Quando ci sentiamo infelici, quando ci sentiamo inadeguati, diventiamo avari; ci teniamo stretti. La generosità è un’attività che ci scioglie. Offrendo tutto ciò che possiamo: un dollaro, un fiore, una parola di incoraggiamento: ci stiamo allenando a lasciar andare. Ci sono molti modi per praticare la generosità.
Il punto principale non è tanto quello che diamo, ma il fatto che lasciamo andare la nostra abitudine ad aggrapparci. Una pratica tradizionale è semplicemente quella di offrire un oggetto che amiamo per farlo passare da una mano all’altra. Una donna che conosco decise che avrebbe dato via qualsiasi cosa a cui si fosse attaccata.Un uomo ha dato delle offerte ai mendicanti per strada ogni giorno, per sei mesi, dopo la morte del padre. Era il suo modo di lavorare con il dolore del lutto. Un’altra donna ha visualizzato il fatto di dare via ciò che aveva più paura di perdere. Fare pratica ci mostra dove ci stiamo trattenendo, dove siamo ancora aggrappati. Cominciamo con un piano ben strutturato, che la vita fa a pezzi… Pema Chödrön

©www.nicolettacinotti.net per la Rubrica di citazioni “Addomesticare pensieri selvatici”

error: Contenuto protetto!

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!