Non sempre è facile riconoscere quello che sentiamo. In parte perché – se è un’emozione costante o molto ripetuta – finiamo per cadere in una sorta di assuefazione. E questa assuefazione è come un pilota automatico: ci allontana dalla realtà del momento presente.

È una specie di insonorizzazione: l’emozione ci arriva coperta e filtrata. Questo accade molto spesso con l’ansia. Siccome è scomoda e frequente, finiamo per coprirla con una specie di analgesia che ci fa sentire torpidi e confusi. Magari per svegliarci prendiamo il caffè ma – siccome aumenta l’ansia – ci sentiamo ancora più offuscati.

In quei momenti è come se un mago avesse fatto un incantesimo. Per uscire da quell’incantesimo non abbiamo bisogno di trovare una soluzione. Abbiamo bisogno di sentire quello che sta succedendo, fermarsi con il respiro, portando l’attenzione al corpo. Allora possiamo scoprire che a volte le emozioni sono in strati, una sopra l’altra e se le riconosciamo e nominiamo possiamo riprendere vitalità e lasciare che si trasformino in qualcosa di diverso. Ascoltare è la formula per uscire dall’incantesimo dell’ansia. Ascoltare ciò che è vicinissimo, ciò che è vicino, ciò che si allontana, ciò che è lontano. Perché l’ansia offusca togliendo il senso della prospettiva mentre se ascoltiamo, con cerchi sempre più ampi – o sempre più profondi – possiamo diluirla, allargando il panorama dell’attenzione.

Noi psicoterapeuti bioenergetici non avviciniamo un paziente guardandolo come un tipo caratteriale. Lo consideriamo un individuo unico la cui ricerca del piacere è impedita dall’ansia, ansia contro cui ha eretto certe difese tipiche. Alexander Lowen

Pratica di mindfulness: La consapevolezza del respiro

© Nicoletta Cinotti 2016 Mindfulness e bioenergetica Illustrazione di @inmaserranito

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!