È il senso del vuoto, l’ascolto, l’oblio.
La via dell’ignoto, la fine dell’io.
È quiete assoluta, totale unità tra noi
e la perduta realtà.
È lì nella mente, la sua qualità.
Ed è trasparente, è semplicità.
L’istante che muore al prima e al poi,
quel nulla che muove tutti noi.
L’infinito del cielo non è affatto un’idea,
è impossibile farne teoria.
Vive qui dove siamo,
come in guerra tra noi
ma nessun pensiero mai,
ma nessun pensiero mai
può raggiungere lui.
È puro silenzio, è vera umiltà.
Non ha direzione, non ha volontà.
È quiete assoluta,
totale unità tra noi
e la perduta libertà.
La bellezza del cielo…

Rossana Casale

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!