paura di vivereC’è una stretta relazione tra le emozioni e i pensieri. Una relazione che molto spesso rimane nascosta perché le emozioni difficili si trasformano così velocemente in pensieri che ne perdiamo il sapore emotivo.

La relazione tra emozioni e pensieri ha però una ragione basilare: farci credere che il dolore nasce dalla nostra stupidità e la salvezza dalla nostra intelligenza. Pensiamo che sia accaduto qualcosa di doloroso perché non siamo stati abbastanza furbi da comprendere prima cosa stava avvenendo. Correggiamo, dentro di noi, infinite volte la storia di ciò che è successo e troviamo strade che ci avrebbero evitato la sofferenza. Lo facciamo quando siamo tristi ma lo facciamo anche quando siamo felici.

Siamo felici perché siamo stati bravi e abbiamo fatto la cosa migliore ed evitato la cosa peggiore.

Può darsi che qualche volta le cose stiano così ma il dolore e la gioia non c’entrano con l’intelligenza o la furbizia. E nascondere il dolore in una selva di pensieri su come avremmo potuto fare diversamente non lo lenisce e non ci renderà più intelligenti. Ci renderà solo pieni di pensieri che sembrano buone idee ma non lo sono. Sono dubbi, diffidenza e controllo. E nascono dalla paura di vivere.

 La paura mina la nostra possibilità di amare. Non è una paura su basi razionali. Ha significato solo nei termini delle nostre esperienze infantili.  A. Lowen

Pratica del giorno: Il panorama della mente

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness ed emozioni

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!