l'intimità e le illusioniQuando siamo intimi entriamo anche – inevitabilmente – in una sfera familiare. La sfera in cui abbiamo conosciuto l’intimità. E quella in cui abbiamo imparato molte cose buone e qualche brutta abitudine.

E’ per questo che nell’intimità iniziano le proiezioni. Siamo intimi e iniziamo ad immaginare il principe azzurro. Siamo intimi e iniziamo ad immaginare che tutto andrà bene. Siamo intimi e tutti i nostri vecchi bisogni tornano a galla, come desideri. O come fantasmi.

Torniamo – senza accorgercene – ad un pensiero magico, quello che avevamo quando abbiamo imparato ad essere in intimità.

Tutto questo è perfettamente normale. Forse inevitabile.

Quello che possiamo scegliere è se farsi trascinare dalle nostre illusioni o esplorarle per imparare qualcosa in più sull’argomento. E sulla realtà.

Per lasciare che l’intimità nelle nostre relazioni cresca senza troppi film, con la saggezza dei piccoli passi.

Cercheremo un’armonia, sorridenti, tra le braccia, anche se siamo diversi come due gocce d’acqua.

Nulla due volte Wislawa Szymborska

Pratica del giorno: Meditazione del lago

© Nicoletta Cinotti 2014 Meditazione e poesia

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!