L’intimità è un bene prezioso: lo cerchiamo in tutte le relazioni che ci sono care. Soffriamo la sua mancanza e la inseguiamo come un assetato cerca l’acqua, come una lucertola cerca il sole.

Ne abbiamo bisogno per andare avanti perché la sensazione di isolamento ed esclusione è una delle sensazioni più difficili da tollerare.

Abbiamo solo bisogno di ricordarci che l’intimità è ridotta dalle nostre difese. Perché l’intimità chiama l’abbandono e l’apertura. Le difese chiamano la chiusura e il contegno. A volte ci raccontiamo che ci abbandoneremo a chi varcherà le nostre difese. Come nelle favole. Ma quando questo accade rimane il sospetto e il dubbio. Perché l’intimità – quella vera – ci coglie sempre di sorpresa.

L’intimità può manifestarsi in qualsiasi istante: è un atto di abbandono, un dono che non esclude niente. Jack Kornfield

Pratica del giorno: La consapevolezza del respiro

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness ed emozioni

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!