Condivido una lettura un po’ diversa dal solito ma così bella che sembra un romanzo. È scritta da uno storico. Vale ogni minuto che passerete a leggere questo piccolo – nel formato – grande libro.

…è come se il segreto dell’inverno stesse tutto lì: nella temperatura del gelo. Lo zero è ciò che rende possibile il ghiaccio, arrestando lo scorrere dell’acqua e sospendendo la vita della terra. Ecco allora che da qui potremmo scegliere un’altra strada per i nostri racconti: quella della natura sospesa. Delle piante con i rami snudati, come ossa, come morti. Degli animali che hanno costruito con pazienza la tana del proprio letargo; e di quelli che lottano invece per lo scarso cibo rimasto. Oppure potremmo parlare di noi, che di fronte all’inverno non siamo poi diversi da tanti altri animali, ma che in più siamo in grado di fare teoria, sentimento e immaginazione di questo fenomeno astronomico. E qui le strade diventerebbero troppe da seguire tutte assieme. L’inverno dei miti e dei sogni. L’inverno delle nostre paure e dei nostri limiti di fronte a una natura indifferente. L’inverno come insegnamento, come “disciplina del corpo e dello spirito: quell’educazione all’ordine e alle priorità delle cose che solo il freddo e la solitudine del ghiaccio sanno donarti. L’inverno come immagine della morte: il silenzio, il buio, l’abbandono e quella inesausta speranza di rinascita che ci portiamo dietro. Troppe cose, anche per una notte lunga come questa. Allora facciamo così: andiamo con ordine. Ci siamo noi e c’è una stagione. E questo rapporto dura da sempre, da quando ne abbiamo memoria. C’è una storia millenaria che ci riguarda e che ha a che vedere col freddo e col ghiaccio. Una storia che comincia quando non eravamo troppo diversi da altri animali e che poi si inoltra su per i secoli, raccontando di riti, feste, abitudini quotidiane, battaglie e tanto altro ancora. Alessandro Vanoli

;
© www.nicolettacinotti.net per la Rubrica “Addomesticare pensieri selvatici”

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!