Quando qualcosa è bloccato ripetiamo sempre la stessa risposta. Gli eventi mutano, le persone sono diverse ma noi attiviamo sempre il solito schema. In quel momento possiamo sperimentare l’effetto diretto del blocco che è sempre anche un blocco della compassione. Oggi, ogni volta che ci troviamo a reagire nello stesso modo, domandiamoci “Come risponderei alla luce del fluire, come risponderei se fossi il fiume formato da gocce di compassione?”

“Quando qualcuno vuol vedere cos’è la propria faccia,

se è molto invecchiata,

l’acqua è lo specchio che passa ed è fermo,

mentre noi, che siamo fermi, stiamo passando”.

Josè Saramago

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!