Il protocollo MBCT ovvero
la mindfulness verso una psicoterapia contemplativa

Cos’è la psicoterapia contemplativa e che relazione ha con la mindfulness? Siamo abituati a pensare che per curare il disagio emotivo sia necessario scavare in profondità. Con la mindfulness la prospettiva cambia: anziché scavare in profondità andiamo ad aprire il panorama attraverso pratiche di meditazione. Ci dirigiamo così verso una psicoterapia contemplativa: breve, efficace e focalizzata sull’autonomia delle persone rispetto alla cura del proprio disagio emotivo

Le pratiche di consapevolezza

e il protocollo MBCT

Attraverso le pratiche di mindfulness impariamo a riconoscere che i pensieri vanno e vengono, proprio come le nuvole nel cielo. Ma noi non siamo i nostri pensieri e i pensieri non sono fatti. Proprio come le nuvole non eliminano il sole ma possono solo oscurarlo.

Con il protocollo MBCT apprendiamo strumenti semplici ed efficaci per la regolazione emotiva. In questo modo i più comuni disturbi emotivi come ansia, depressione, attacchi di panico o disturbi ossessivo – compulsivi, non ci faranno più paura. Saranno messaggeri da ascoltare e comprendere.

Inoltre la consapevolezza ci aiuterà a cogliere gli schemi di pensiero negativi prima che attivino dei sintomi emotivi. Sintomi emotivi che – con il tempo – possono diventare disturbi psichici.

Nella modalità dell’essere – tipica dell’approccio contemplativo alla psicoterapia – la mente non ha niente da fare e può concentrarsi a fondo sull’esperienza momento per momento, comprendendo ciò che accade nel presente della nostra vita.

Staccarsi dai pensieri

È incredibile il senso di liberazione che proviamo quando riusciamo a vedere i pensieri in quanto tali e non come “noi stessi” o “la realtà”. Se durante la meditazione iniziate a pensare a tutto quello che avete da fare, dovrete stare molto attenti a riconoscerli come pensieri, altrimenti vi ritroverete ad alzarvi, a fare cose prima di rendervene conto, senza essere minimamente consapevoli del fatto che avete smesso di meditare solo perchè vi è passato un pensiero per la mente. D’altro canto, quando vi vengono pensieri simili, se riuscite a fare un passo indietro per vederci più chiaro, riuscirete a dare la giusta priorità alle cose e decidere in modo sensato cosa sia realmente necessario fare. Saprete quando lasciar perdere nel corso della giornata. Per cui il semplice fatto di riconoscere i pensieri in quanto tali può liberarvi dalla realtà distorta che creano e permettervi in questo modo di avere una visione più chiara e un maggior senso di riuscire a gestire la vita. Jon Kabat Zinn

8 settimane, 9 incontri 56 giorni

per prendere buone abitudini

Il protocollo MBCT è un programma di 8 settimane più una giornata intensiva ed è attentamente strutturato per permettere di acquisire la padronanza degli strumenti proposti e la capacità, al termine del corso, di portarli avanti autonomamente. A differenza degli altri protocolli è condotto esclusivamente da psicoterapeuti perchè si rivolge a persone che abbiano delle difficoltà emotive, per aiutarli a prevenire le ricadute e per sostenerli nella regolazione emotiva.

Per questa ragione è particolarmente indicato per persone che abbiano avuto uno o più episodi depressivi, disturbi d’ansia o disturbi ossessivi- compulsivi. Purtroppo i disturbi emotivi tendono a recidivare quando viviamo condizioni di stress e affaticamento: il protocollo MBCT si propone di dare strumenti per prevenire le ricadute e, quando ci sono, per affrontarle più serenamente

Gli incontri settimanali, della durata di circa 2.30, saranno un percorso progressivo per imparare ad utilizzare strumenti di regolazione emotiva, pratiche di consapevolezza e di gestione del disagio o dolore fisico ed emotivo. Questo protocollo è particolarmente indicato per chi soffre di malattie fisiche croniche. Agli incontri settimanali si aggiunge una giornata intensiva che sarà nel fine settimana.

Il lavoro a casa, una parte integrante del corso, aiuterà a consolidare progressivamente i nuovi strumenti proposti e, una volta terminato il corso, permetterà di prolungare i benefici ottenuti

Non dobbiamo combattere i pensieri, ingaggiare un corpo a corpo, o giudicarli. Basta decidere di non seguirli, una volta che abbiamo registrato la loro presenza. Joseph Goldstein

Prendere buone abitudini emotive

Il protocollo MBCT insegna delle buone abitudini per la salute emotiva. Quanto tempo occorre per prendere una buona abitudine? La risposta è soggettiva. Si va da un minimo di 21 giorni a un massimo di 254. La media è 66 giorni. Questo vuol dire che se ci prendiamo un impegno di 56 giorni – con noi stessi – e rimaniamo fedeli a questo impegno potremo arrivare ad aver imparato delle buone abitudini. Abitudini che coltivino gli stati mentali salutari. Fa parte della serietà del programma non considerarlo una formula magica ma una formula pratica che, in quanto tale, richiede costanza

È a causa della natura impermanente del dolore che possiamo trasformarlo, è a causa della natura impermanente della felicità che dobbiamo coltivarla. Thich Nath Hanh

Avremo tanti modi per essere aiutati a farla diventare una nuova risposta:

  • Regole precise, semplici e ripetute;
  • Compassione e comprensione al posto della severità;
  • Nessuna preoccupazione per le piccole ricadute che fanno parte del percorso;
  • Sostegno con materiale didattico, esercizi pratici e indicazioni di lavoro a casa.

E i farmaci?

Il protocollo MBCT è raccomandato dall’Istituto Nazionale per la Salute in Gran Bretagna (NICE 2004-2009 Linee guida per la gestione della depressione) ed è considerato di pari efficacia ai farmaci nella prevenzione delle ricadute (non sostituisce i farmaci in fase attiva).

Inoltre si raccomanda l’MBCT per chi ha 3 o più episodi di depressione nella propria storia clinica, mentre una ricerca condotta a San Francisco (Kenny, Eisendrath) ha suggerito che può essere una strategia efficace per persone con depressioni refrattarie ad altri approcci terapeutici.

Una ricerca condotta a Exeter ha dimostrato che chi aveva smesso la terapia antidepressiva e aveva fatto un protocollo MBCT stava altrettanto bene o addirittura meglio, di chi aveva continuato a prendere farmaci. Quello che è necessario – oltre alla partecipazione fedele agli incontri – è la disponibilità ad impegnarsi a casa, per consolidare l’apprendimento delle nuove modalità di risposta.

Ricorda: il primo passo per la salute emotiva è diventare responsabili di noi stessi e del modo con cui rispondiamo agli eventi: non possiamo cambiare il mondo; non possiamo cambiare la nostra storia. Possiamo cambiare il nostro modo di rispondere alle avversità della vita. E farlo può essere un bellissimo viaggio.

Benefici

  • Riduzione dei livelli di ansia, depressione e irritabilità. Miglioramento della memoria e della resilienza fisica e mentale.
  • Miglioramento sul piano relazionale
  • Miglioramento di indici di tensione come l’ipertensione o dolore cronico
  • Miglioramento a livello del sistema immunitario

Controindicazioni

La partecipazione al protocollo è controindicata per persone con episodi di tentato suicidio, disturbi di tipo psicotico o dipendenza attiva da sostanze stupefacenti. In ogni caso, se hai dei dubbi, puoi chiedere un colloquio personale prima dell’inizio del protocollo.

Ecco cosa non è:

  • Non è una religione: si tratta solo di strumenti di consapevolezza
  • Non sono necessarie posizioni particolari: una sedia è più che sufficiente
  • Non richiede molto tempo ma solo costanza e un po’ di pazienza
  • Non è complicato e non si può fallire
  • Non ti renderà meno efficiente. Ti renderà solo più felice

L’essenza della mindfulness è la disponibilità a ricominciare da capo, ancora e ancora e ancora. Segal, Williams, Teasdale

Dove si tengono i protocolli MBCT?

Trovi i nostri programmi:

Nella sede di Genova, Via Frugoni 15/2

Nella sede di Chiavari, Via Martiri della Liberazione 67/1

Nella sede di Torino, Via Guastalla 5

In tutto facciamo 2 programmi MBCT all’anno.

Nicoletta Cinotti conduce i Protocolli MBCT nella sede di Genova e Chiavari

Niccolò Gorgoni conduce i protocolli MBCT nella sede di Torino

Vuoi praticare la Consapevolezza del respiro ?

Calendario eventi

Di seguito trovi il calendario dei prossimi protocolli MBCT e degli eventi collegati; per vedere l’elenco completo di tutti gli eventi in programma, vai alla pagina Corsi ed eventi.

Il protocollo MBCT a Genova: verso una psicoterapia contemplativa

ottobre 11 ore 20:00 - 22:00
Centro Studi Genova
Forse ti sarai domandato perché la pace e la felicità siano così difficili da raggiungere. Il pun...
Photo credits:Photo by Lesly Juarez on Unsplash