Ogni movimento del corpo dà origine sia a una sensazione fisica ed emotiva, che un pensiero.

A volte sono movimenti ampi, muscolari, a volte movimenti sottili, viscerali. Questo continuo movimento è simile al respiro del mare. Quel pulsare che cogliamo quando siamo immersi e galleggiamo nella sua vastità, ampia come un’onda che si infrange nell’infinito.

Le emozioni muscolari sono più evidenti, quelle viscerali scuotono la nostra anima.

Ecco perché ascoltare la voce del corpo è così importante: ci permette di cogliere il sorgere, realizzarsi, esprimersi della nostra vita, il suo pulsare e muoversi, immerso nel pulsare e muoversi delle cose del mondo.

Pratica del giorno: Jellyfish breathing

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!