nascondere,mostrare, cercareConosciamo com’è giocare a nascondino. L’eccitazione di uscire fuori, gridare “liberi tutti”. La pena del dover contare, mentre gli altri vanno a nascondersi. Cercarli per poter tornare anche noi a nascondersi.

Questo nascondersi dice tante cose. Insegna – senza volere – che non tutto di noi può essere mostrato – o almeno non sempre. Che bisogna uscire al momento giusto e che paura ed eccitazione a volte si confondono.

Insegna che giocare è una cosa seria fatta di regola e di turni.

Insegna quell’arte meravigliosa che è cercare. Riconoscere i luoghi e i modi del nascondersi e cercare per guadagnare la libertà. Rischiare per scoprire qualcosa di nuovo. Non aver paura di perdersi. Non stare troppo al sicuro.

In fondo con il nostro mondo interiore facciamo lo stesso gioco: nascondiamo perché non tutto può essere conosciuto o mostrato. Ma soprattutto cerchiamo. Cerchiamo noi stessi. Cerchiamo il nostro modo di essere nel mondo, per mostrarsi e dire “Liberi tutti!”.

La libertà del movimento garantisce la spontaneità delle emozioni e della loro espressione. A. Lowen

Pratica del giorno: La consapevolezza del respiro

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness e bioenergetica

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!