Ci sono persone per le quali è difficile arrabbiarsi ma ce ne sono altrettante, forse anche di più, per le quali la rabbia, il nervosismo, la tensione, sono la prima risposta a qualsiasi evento che sfugge dal loro controllo. Perché, in effetti, molto spesso è la sensazione che le cose vadano diversamente da come credevamo la ragione della nostra rabbia.

La rabbia è prima di tutto un’affermazione implicita “Non voglio che le cose vadano così”. È la madre delle reazioni avversative nei confronti della realtà. Dopo questa prima affermazione però ne stanno diverse altre. A volte la rabbia nasconde una tristezza, la sensazione che a noi le cose vadano sempre male.

Altre volte nasconde un dolore, sordo e profondo. La sensazione di aver subito un torto, un’ingiustizia che meriterebbe vendetta. Che occorra una riparazione di qualche tipo e la rabbia fa sperare di essere in grado di replicare a quell’ingiustizia. Non è così ma ci offre l’illusione. Altre volte infine nasconde una paura: la paura dell’abbandono, della solitudine o dell’inadeguatezza.

Alla fine, se dovessi riunire in un’unica parola direi che il punto è proprio questo: la pervasiva sensazione di inadeguatezza che ci getta in una sorta di trance.

Il guaio, con la rabbia, è la spesa. La spesa in termini energetici e relazionali. La rabbia fa danni alle relazioni, costa molte energie e, alla fine, non ottiene quasi mai quello che promette: solo brandelli di bufera al posto della pace. Forse sarebbe più vantaggioso consolare il dolore sottostante anziché alzare il livello della tensione.

L’idea che la rabbia sia protettiva è il più grosso ostacolo allo sviluppo di un coraggio autentico o, semplicemente, alla libertà dalla paura. Sharon Salzberg

Pratica di Mindfulness: Cullare il cuore (Questo è un file audio di pratica del mio Canale Youtube. Clicca sulle parole per arrivarci!)

© Nicoletta Cinotti 2017 Il protocollo MBSR

Foto di © mluisa_

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!