Ieri sono arrivate a casa delle scatole. Mio marito, abituato ai miei acquisti di libri, mi ha telefonato allarmato chiedendomi quanti cavolo di libri avevo acquistato stavolta. E io, che ordino a volte libri che non sono ancora usciti, mi sono domandata se, per caso, quella decina di libri che dovrebbero uscire a giorni non fossero usciti tutti contemporaneamente.

Arrivo a casa e trovo nell’ingresso, impilate come soldatini, tante scatole: dentro il mio libro, Scrivere la mente. Ovvero come non lasciare che la mente scriva a caso la tua vita. È nato, mi sono detta ma proprio come succede per un bambino non è nato oggi. È nato prima nel desiderio dei suoi genitori. O forse prima ancora nella loro mente, quando hanno iniziato a fantasticare come sarebbe stato avere un figlio.

In effetti questo libro è nato tanti anni fa, quando ho iniziato a fare bioenergetica e mi sono accorta che parole piccole e infantili – come Perché, Basta, No – avevano la forza di amplificare l’emozione presente. È nato quando mi sono occupata dello sviluppo comunicativo e linguistico dei bambini e ho scoperto che non si inizia a parlare con le parole ma con i gesti e che le prime parole sono parole corporee, sentite nel corpo prima che nella mente. Ha iniziato a prendere forma quando, con la mindfulness, mi è stato chiaro quanto sia chiacchierona la nostra mente e quanti pensieri passino, ogni giorno, lasciando un’impronta. Un’impronta che, come il letto di un fiume, disegna un percorso verso il mare preciso e ripetitivo.

È cresciuto nei mesi e negli anni, ascoltando le storie delle persone e scoprendo, grazie a loro e insieme a loro, quanto possiamo essere ossessivi fino a che non troviamo la chiave per comprendere quello che accade. La chiave è il modo con cui entriamo in relazione con l’esperienza. Così, proprio come succede con un ovulo fecondato, che moltiplica velocemente le cellule, dandogli forma e struttura, questo libro è cresciuto giorno dopo giorno, anno dopo anno e quindi posso dire che il giorno della sua nascita è, di fatto, un anniversario, il compleanno di tante piccole grandi scoperte su quello che dà forma alla nostra mente

Racconto tutto questo attraverso tre storie: la storia di Elsa, di Alessandro e di Giovanna che mettono insieme come impariamo ad amare. Perché le parole che danno forma alla mente nascono dall’accettazione o dal rifiuto. Con la storia di Elsa racconto come possiamo imparare a volerci bene e come possiamo cambiare la relazione con la nostra voce autocritica. Con la storia di Alessandro racconto come possiamo voler bene, a prescindere dai risultati, alle persone della nostra famiglia, anche quando deludono le nostre aspettative e con la storia di Giovanna racconto come mai ci sembra che, in amore, succedano sempre le stesse cose. Ogni storia è accompagnate da pratiche di meditazione e scrittura perché non rimangano solo belle parole ma siano atti concreti di cambiamento che possono aiutare ogni lettore.

È un libro che ha un happy end: ho fiducia che la consapevolezza sia il più potente strumento di cura che abbiamo. Ci permette di scrivere davvero una storia nuova. Non quella disegnata dal passato ma quella che, momento per momento, si svolge nel presente della nostra vita e diventa la trama di un futuro diverso. Un  futuro in cui siamo liberi di essere noi stessi, davvero.

Scrivere la mente verrà presentato a Genova il 18 Ottobre alle 18 nel Mondadori store, Via XX Settembre 27r con Cinzia Pennati

Sarà un viaggio ispirazionale dal 1 al 3 Novembre “Scrivere la mente nel territorio dell’amore”a Calice Ligure e ogni partecipante riceverà gratuitamente il proprio libro. (Ultimi posti a prezzo ridotto)

Il libro è già acquistabile online sul sito di Morellini Editore e Yoga Journal Editore Scrivere la mente ovvero come non lasciare che la mente scriva a caso la tua vita e sarà in libreria dal 10 Ottobre.

Ringrazio in fondo, ma non a margine, Luisa Carrada. Forse lei non lo sa ma, senza il suo aiuto, non so se questo libro avrebbe davvero visto la luce: è una bravissima ostetrica!

© Nicoletta Cinotti 2019 Scrivere la mente nel territorio dell’amore. Calice ligure 1 – 3 Novembre 2019

 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!