potereIeri stavo studiando, preparavo il materiale per una lezione e come al solito avevo Lowen con me. Credo di averlo letto tutto decine di volte, amo leggerlo e rileggerlo perché mi sembra sempre diverso.

E ad un certo punto ho capito perché, tanti anni fa, mi sono innamorata di Lowen. Mi sono innamorata perché Lowen non considera il dolore l’antitesi del piacere. Dolore e piacere per lui sono eventi naturali che avvengono e che, se non ci difendiamo, fluiscono.

Per Lowen l’antitesi del piacere è il potere. Ecco perché mi sono innamorata di lui.

Quando l’ho letto avevo vent’anni e cercavo una guida matura. Che fosse radicata nella realtà e capace di ispirarmi. Non volevo diventare come gli adulti che vedevo attorno a me, troppo bambini oppure poco vivi. Non avevano ispirazione, passione e amore per le cose che facevano.

Incontrarlo è stato un colpo di fulmine e una ispirazione che dura da tutta la mia vita adulta.

E’ vero: è il potere che uccide il piacere, non il dolore.

Il potere è antitetico al piacere.(…) Il piacere viene dal fluire libero delle sensazioni e dell’energia nel corpo e nell’ambiente. Il potere si sviluppa tramite il controllo e il contenimento dell’energia. Alexander Lowen

Pratica del giorno: Grounding

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness e bioenergetica

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!