Sappiamo che la crescita è graduale. Dimentichiamo, a volte, che la crescita non è unitaria. Almeno non lo è nelle psiche e nella mente.

Ci sono aspetti di noi che possono essere molto adulti, maturi. Dimensioni nelle quali manifestiamo la nostra sicurezza ed esperienza. E poi, in altre aree ci trasformiamo in adolescenti confusi, in peter pan irrisolti.

E tutto questo coabita dentro di noi – grande e piccolo, maturo e acerbo – lasciandoci disorientati e confusi.

Non è una patologia non essere grandi nello stesso modo in tutte le parti della nostra vita: è una opportunità di crescita. È l’occasione per vedere le cose da una prospettiva diversa. È un modo per essere vivi e aperti.

Non significa che dobbiamo comportarci come se avessimo 15 anni. Significa che possiamo crescere come se avessimo 15 anni. Significa che, stavolta, la sfida di farci da genitore è nostra. E che la colpa per gli errori educativi non possiamo più darla ad altri. Crescere è possibile a qualsiasi età.

C’è un’Isola che non c’è per ogni bambino, e sono tutte differenti. James Mattew Barrie

Pratica di mindfulness: La consapevolezza del respiro

© Nicoletta Cinotti 2016 Le radici della felicità

Foto di ©by kohl

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!